Liliana Avarello

Liliana Avarello, nata a Ravanusa il 26 marzo 1973, dove a tutt’oggi è residente, sposata, moglie e mamma a tempo pieno, casalinga.Disegna da autodidatta prediligendo la matita sia su carta che su tela, anche se ha realizzato alcune opere con la tecnica dell’olio su tela e con le terre sia su carta che su tela, con buoni risultati.Riservata, da sempre schiva alla notorierà, ha iniziato e continuato a disegnare per diletto, decidendosi a esporre per la prima volta le proprie opere al pubblico solo nel 2014.Durante il periodo del Natale 2014 partecipa al concorso “1^ MOSTRA DI PITTURA CONTEMPORANEA (IL NATALE)” a Enna organizzato dall'”Associazione Amici del Teatro Città di Enna” ottenendo la menzione speciale per eleganza figurativa.Un suo disegno, selezionato, è stato pubblicato sul catalogo dell’associazione culturale “Art’è” di Acitrezza, e lo stesso è stato esposto presso il Grand Hotel dei Faraglioni di Acitrezza dal 13 al 19 aprile 2015.Scrive poesie, ha partecipato al concorso nazionale “Premio Alda Merini” 201\5, quarta edizione, organizzata dall’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, e una delle sue poesie, selezionata, è stata pubblicata nell’antologia “Alda nel Cuore” ed è stata premiata con attestato di merito e targa.Ha svolto la sua attività di artista a Ravanusa, dove attualmente vive.

Maria Colomba Di Pasquali

nata a Rive de Gier (Francia) il 19 settembre 1982, ha vissuto presso la sua città natale fino all’età di 12 anni, successivamente assieme alla sua famiglia si è trasferita per un biennio a Susa (TO) e in seguito a Ravanusa (AG). Attualmente M. Di Pasquali vive ad Agrigento con il marito e la figlia.  

Maria Colomba ha conseguito:       

nel 2008 la Laurea Triennale in Beni Culturali Archeologici, tesi di Laurea in Archeologia Fenicio-Punica: “La dea Tanit nel mondo punico e orientale: miti, culti e simboli”;         

nel 2010 la Laurea Specialistica in Archeologia con il massimo dei voti, tesi di Laurea in Civiltà Egee: “Elementi di tradizione egeo-micenea nelle culture indigene della Sicilia centro-meridionale tra l’età del Bronzo Finale e il Primo ferro: nuovi dati per una vecchia questione”; –         

nel 2012, dopo aver vinto una borsa di studio, consegue un Master di II livello come “Esperto nella Gestione di Attività Culturali e Turistiche”.

nel 2012 partecipa come relatrice alla prima edizione del Progetto NEOS.  

Ha svolto il ruolo di “guida turistica” –         

Museo regionale Archeologico di Agrigento: Mostra temporanea “Urbanistica e architettura nella Sicilia greca”, 14 novembre 2004-14 maggio 2005; –          Museo Archeologico “S. Lauricella” di Ravanusa (AG), 2010-2011; –          MUDIA – stage, ottobre 2012.  

Ha pubblicato:

Elementi di tradizione egeo-micenea nelle culture indigene della Sicilia centro-meridionale tra l’età del Bronzo Finale e il Primo ferro: nuovi dati per una vecchia questione”, a c. di M. Congiu in NEOS – Progetto giovani Studiosi e Ricercatori. Atti dei Seminari di Studio, I edizione. Sala degli Operatori del Museo Tripisciano Palazzo Moncada – Caltanissetta, gennaio – aprile 2012.  

Ha preso parte alle attività di scavo presso:

  • Polizzi Generosa (PA);
  • Rocca Nadore (AG).

  Tra le varie attività ha svolto

tirocinio di rilevazione e trilaterazione del naos del Tempio di Ercole presso la Valle dei Templi di Agrigento;1

lezioni presso il C.d.L.;

Corso di catalogazione, archiviazione e recupero dei beni numismatici.

Laboratorio di epigrafia greca;

Soggiorno – studio a Himera (PA);

Soggiorno – studio alle Eolie.  

Ha collaborato, mediante un progetto di Alternanza Scuola Lavoro, con l’Istituto d’Istruzione Superiore “Giudici Saetta e Livatino” di Ravanusa e l’Associazione Culturale “Sicani del Monte Saraceno” in qualità di “Esperto – Accompagnatore Archeologico”, durante l’anno scolastico 2013/14.   Tesseramenti ad associazioni culturali: –          2010 “SiciliAntica” sede di Ravanusa; –          2011 “SiciliAntica” sede di Ravanusa; –          2012 “SiciliAntica” sede di Agrigento; –          2013/14 “Sicani del Monte Saraceno” sede di Ravanusa; –          2014/15 “Sicani del Monte Saraceno” sede di Ravanusa.

  Passione per l’archeologia e conoscenza del territorio le sono state tramandate dal padre, mentre la madre le ha trasmesso l’amore per la poesia (tant’è che di tanto in tanto scrive dei versi che fin’ora non ha mai pubblicato) e le tradizioni popolari (è stata una componente del gruppo folcloristico “I Saraceni”).

Salvatore Aronica – Storico Saggista

nato a Ravanusa nel 1929 ed attualmente vi risiede. Ha conseguito la Laurea in Pedagogia con il massimo dei voti; l’Abilitazione in Storia e Filosofia nei Licei e il Diploma di Studi Superiori Europei, presso il Centro Europeo Universitario di Nancy.Dal 1952 ha insegnato nei tre ordini di scuola e dal 1966 al 1994 è stato dirigente scolastico.

Ha pubblicato:

  • Filosofia della Storia d’A. J. Toynbee, Lugano 1961
  • Un mignolo di Sud, Parma 1963
  • Canti popolari e proverbi siciliani, 2011
  • Diversi saggi Sulla rivista “Cenobio” di Lugano , dal 1957 al 1962
  • Un centinaio di articoli di storia, archeologia e arte su “Galleria”, “Iniziative”, “Poesia”, “Lavoro Italiano nel Mondo”, “La Voce Repubblicana”, “Il Pensiero Mazziniano”, “Il Saraceno”, “La Vedetta ed. Ravanusa”, “Lu Papanzicu”, “Europubblik”.

Ha fondato e diretto “Il Saraceno” mensile di attualità e cultura pubblicato tra il 1965 e il 1968.Possiede attualmente una pagina web dove ha pubblicato “Frammenti di storia di Ravanusa”, visitabile all’indirizzo:

http://www.salvatorearonica.com

Filippo Tornambè

nato a Termini Imerese ( PA ) il 29/06/1944, si è laureato in Filosofia presso l’Università di Genova nel 1967. Da allora ha insegnato nelle scuole secondarie superiori. Vive a Ravanusa.Dal 1974 ha pubblicato diverse raccolte di poesie, ottenendo riconoscimenti dai premi “Città di Venezia “, “Città di Firenze”, “Città La Spezia“. Nel 2000 il Comune di Ravanusa ha fatto pubblicare l’Opera Omnia. Sono seguiti i volumi: 49 Poesie per Vivere, Ancora un Canto, 70 Carboni Accesi e Il Punto più in Alto.   

La Marca Girolamo

nasce a Ravanusa il 3/2/1955,
giovanissimo per motivi di studio va ad Anagni e poi Alatri nel Lazio dove si forma culturalmente, sono stati anni duri.
Il distacco dalla sua terra lo ha particolarmente scosso e ne risentirà per tutta la vita. Ritornato in Sicilia e si laurea in giurisprudenza ma senza entusiasmo. Si dedica al suo paese, scrive su L’eco per tanti anni, fonda un nuova giornale a cui da il nome “Lu Papanzicu”, titolo di una sua poesia, ed infine rilancia l’altro giornale locale Europubblik, La Marreddra.
Pubblica vari libri di poesie, Ci son Silenzi che.., Sientu Vuci, C’era na vota, due romanzi Blu cobalto ed Elen. Realizza alcuni video con Giovanni di Caro sulle radici e luoghi del paese al quale dimostra sempre di essere attaccato morbosamente.
Si diletta anche di pittura, scultura, vignette che per tanti hanno accompagnato la comunità del paese.

Giuseppe Rizzo

pittore, poeta, scenografo, è nato il 27 dicembre 1964 a Ravanusa (AG), ove ad oggi risiede, inizia a disegnare fin dalla più tenera età distinguendosi nel disegno già fin dai primi anni delle scuole elementari.Nel 1986 inizia la propria collaborazione artistica con l’Associazione Teatrale “PICCOLO TEATRO CITTA’ DI RAVANUSA”, occupandosi delle scenografie.Inizia a dipingere su tela nel 1994 e continua fino al 1996 limitandosi a copiare opere di altri (in particolare di Caravaggio del quale lo colpiscono in particolar modo i giochi delle luci e delle ombre).Dal 2010 collabora ininterrottamente con l’associazione “HELIOS – Artisti Associati” – “Quelli della Parnasso” occupandosi delle scenografie.Dopo un lungo periodo di inattività pittorica al pubblico (durante il quale si dedica sia al teatro che alla fotografia) riprende la propria attività a tempo pieno nel campo della pittura nel 2013, partecipando al concorso nazionale della città di Breno “Maggio Brenese 2013” “Premio d’Arte CITTA’ DI BRENO” con le sue opere “Gatto” e “Vulcano” (entrambi tecnica mista su tela, 100×70) nel quale ottiene ottimi risultati in termini di critica.Il 28 dicembre 2014 la sua opera “IL VOLO (Le ali della libertà)” viene consegnata a Piero Barone de IL VOLO durante la sua nomina a Ambasciatore di Naro nel Mondo svoltasi a Naro.Il 6 gennaio 2015 la sua opera “Consu…Mater” (tecnica mista) è terza classificata a Enna nel concorso “Il Natale” organizzato dall’Associazione Amici del Presepe di Enna.Nel 2015 la sua opera “Estasi” (olio su tela, 100×70) è stata selezionata ad Acitrezza per l’8° edizione del Premio di Pittura “Anna Pandolfini” svoltasi dal 13 al 19 aprile e pubblicata sul catalogo dell’Associazione Culturale “Art’é”-Acitrezza.Il 23 maggio 2015 partecipa all’estemporanea di pittura all’interno della manifestazione organizzata da IL VOLO fans club di Naro e dal Comune di Naro per l’Eurovision Song Contest 2015 e si classifica primo.Nel 2015 la sua opera “Estasi” è stata selezionata a Catania ed esposta nell’ambito della manifestazione “Artisticamente” svoltasi dal 30 maggio all’8 giugno 2015.Sei delle sue opere sono state esposte a Milano all’EXPO 2015 all’interno del padigilione del “Gal Sicilia Centro Meridionale”, di cui fanno parte i comuni di Camastra, Campobello di Licata, Canicattì, Castrofilippo, Grotte, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Racalmuto e Ravanusa.La sua opera “Luna china” (acrilico su tela, 50×70) è stata selezionata per essere esposta nell’ambito della rassegna a tema “Acqua” che si è svolta al Museo del Castello di Mola (Castelmola – Taormina) dal 5 settembre fino al 13 settembre 2015.La sua opera pittorica “La mietitura” (fusaggine su tela, 100×70) è stata selezionata per essere inserita sul calendario 2016 dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, presentato ufficialmente l’8 dicembre 2015 presso la casa della cultura di Tiriolo (CZ).La sua opera pittorica “Sicily” (gessi colorati su tela 100×70), esposta dal 4 al 13 dicembre 2015 allo Sheraton Hotel di Aci Castello (CT) nell’ambito della manifestazione Charm Of Art, ha ricevuto tre nomination (migliori colori, migliore arte alternativa e migliore composizione) ed è stata premiata per i migliori “colori”.La sua opera “Estasy”, selezionata, ha partecipato a OnLine Art nel mese di febbraio 2016 ottenendo il premio di quadro più votato dal popolo del web e quello di opera pittorica selezionata dalla giuria.La sua opera “Venere” (tecnica mista su legno, 50×70) è stata tra le opere selezionate ed esposta alla manifestazione “Eros” svoltasi a Catania dall’11 al 13 marzo 2016.Le sue opere “Sicily” e Pescatori” (entrambi gessi policromici su tela, 100×70) sono state inserite nel “2° Repertorio di Arte e Poesia” dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, edizione 2016 (Ursini Edizioni).La sua opera pittorica “Tramonto sull’acqua” e la sua opera fotografica “Modern motherhood” sono state selezionate ad Acitrezza per la 9° edizione del Premio di Pittura “Anna Pandolfini” svoltasi dal dal 9 al 15 maggio 2016 e pubblicate sul catalogo dell’Associazione Culturale “Art’é”-Acitrezza.La sua opera pittorica “Tramonto sull’acqua” è stata esposta a Catania dal 25 al 27 maggio nella sede dell’Università degli Studi di Catania nell’ambito della manifestazione “Arte: Dialogo tra i popoli” a cura dell’Associazione Culturale “Art’é”-Acitrezza.Le sue opere pittoriche “La perdita dell’innocenza” e “Manu ca si cercanu” (entrambi acrilico su tela, 100×70) vengono scelte per l’esposizione permanente al museo civico “Luigi D’Avanzo” di Roccarainola (provincia di Napoli) e presentate al pubblico il 28 e 29 maggio nell’ambito della manifestazione “Finestre sui pensieri”.Il 25 giugno 2016 la sua opera “La rietina” (acrilico su tela 100×70) è stata consegnata dal comune di Ravanusa al comune di Marignane (Francia) nell’ambito del gemellaggio tra i comuni di Ravanusa-Marignane.La sua opera pittorica “Femicide” (acrilico su tela, 100×70) è stata selezionata ed esposta a Calatabiano (CT) nell’ambito della manifestazione RED, svoltasi il 26 giugno 2016, organizzata dall’associazione Charm of Art, classificandosi quarto ex aequo ed ottenendo la mensione per il “RED Social”.La sua opera fotografica “Modern motherhood” è stata selezionata ed esposta nell’ambito della manifestazione “l’Arte sull’Etna” organizzata dall’associazione ” Charm Of Art” svoltasi il 24 luglio 2016 a Nicolosi (CT).La sua opera pittorica “Tramonto sull’acqua” è stata esposta a durante la manifestazione “SumMerArt”, organizzata dall’associazione Charm of Art, svoltasi a Torre Archirafi (Riposto) “Palazzo Vigo” dal 31 Luglio al 6 Agosto 2016 ottenendo la certificazione “Alternative”. La sua opera pittorica “L’amore rubato” (acrilico su tela, 100×70) è stata premiata come terza classificata alla manifestazione artistica nazionale “UNA FINESTRA SULL’ARTE” tenutasi a Celenza Valfortore (Foggia), organizzata dall’Associazione Culturale A.P.S. “Archeoclub Celenza Valfortore”, durante la manifestazione di premiazione svoltasi l’8 agosto 2016 e la seconda delle sue opere in concorso dal titolo “Chiaroscuro n.1” (acrilico su legno, 50×70) è stata dallo stesso donata all’associazione organizzatrice affinchè rimanga in esposizione permanente, unitamente all’opera premiata, nella pinacoteca comunale tenuta a cura dell’associazione stessa.La sua poesia “A mio padre” è stata inserita nell’antologia “Nel nome di Alda”, premio Alda Merini 2016, V Edizione, svoltasi il 27 agosto 2016 presso il Guglielmo Hotel di Catanzaro e curata dall’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, ottenendo, oltre alla pubblicazione, targa e attestato.La sua opera pittorica “La semina” (Acrilico su tela, 50×70) è stata selezionata per essere inserita sul calendario 2017 dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, presentato ufficialmente il 16 dicembre 2016 presso la casa della cultura di Tiriolo (CZ).Il 24 gennaio 2017 la sua poesia “Non è più tempo” vince il premio Giovanni Pascoli alla quinta edizione del concorso “DICIAMOLO CON… LA POESIA” organizzato a Roccarainola (Napoli) dall’Associazione “I MATT… ATTORI”.Il 14 febbraio 2017 ottiene due attestati di merito per l’opera pittorica “Il ritorno” e la poesia “Mentre aspetto” inserite nell’antologia “Parole d’Amore” presentata presso l’Hotel Guglielmo di Catanzaro a cura dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, dell’ANVoS (Associazione Nazionale di Volontariato Sociale) e delle Edizioni Ursini.Le sue opere pittoriche “Sicily” e “La raccolta” sono state esposte a Castel Dell’Ovo a Napoli nell’ambito della mostra dal titolo “La forza dell’immagine contemporanea”, curata dalla dottoressa Nadia Celi, critico d’arte, e dalla dottoressa Annella Prisco, docente, operatrice culturale ed esperta nel settore della comunicazione, e organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla cultura, inaugurata il 14 febbraio e protrattasi fino al 4 marzo 2017.Attualmente vive e lavora a Ravanusa dove nel corso degli anni ha partecipato a diverse mostre collettive.

Giuseppe Rizzo